COSA CAMBIERA’ PER L’ECOBONUS

Portabilità dell’eco-bonus anche per le spese su singoli edifici e fondo di garanzia per finanziare i singoli interventi. Sono due delle principali novità che il Governo punta ad inserire nella norma che proroga e rivede la disciplina della detrazione fiscale per gli interventi di efficientamento energetico delle unità immobiliari. Una revisione che parte dalle aliquote facendo scendere l’agevolazione dall’attuale 65% al 50% per alcune tipologie di spese come per finestre e caldaie. Nel corso di un incontro venerdì scorso al Mef tra i ministri dell’Economia, Pier Carlo Padoan, dell’Ambiente, Gianluca Galletti, e dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, sarebbero state definite dunque le linee guida dell’intervento destinato a trovar posto nella prossima manovra di bilancio, se non da subito, nel decreto legge fiscale collegato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.