IL PROFESSIONISTA NON DEVE PAGARE LE RITENUTE NON VERSATE DAL SOSTITUTO D’IMPOSTA***

Questo è quanto stabilisce la Commissione Tributaria Regionale di Milano con la sentenza n. 23/2016; il Fisco non può pretendere il pagamento della ritenuta d’acconto da parte del professionista se il suo cliente, in qualità di sostituto di imposta, non ha effettuato il versamento. Se non riceve dal cliente l’attestazione di avvenuto pagamento dell’imposta, non deve versare la maggiore IRPEF eventualmente richiesta dal Fisco, a patto che dimostri di aver ricevuto il corrispettivo fatturato al netto della ritenuta, quindi che è stato già sottoposto a tassazione. Si esclude, quindi, la responsabilità solidale tra sostituto di imposta e professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.