superbonus roma

SUPERBONUS 110%. Cessione del credito. Sconto in fattura

Lo studio mette a disposizione un team in grado di seguire tutto l’iter burocratico e progettuale dalla raccolta della documentazione fino alla messa in opera

Il Decreto Rilancio ha introdotto il cosiddetto Superbonus, ossia un incremento al 110% dell’aliquota di detrazione delle spese di ristrutturazione sostenute fino al 30 giugno 2022 a condizione che riducano il rischio sismico o migliorino l’efficienza energetica di almeno due classi.
L’argomento Superbonus è tema di grande attualità poiché rappresenta sicuramente una buona chance per migliorare a livello funzionale, commerciale ed energetico un immobile.
I professionisti coinvolti nell’ambito dell’Ecobonus sono molteplici così come le difficoltà burocratiche in quanto ci sono diversi aspetti del decreto che bisogna conoscere. Essendo il beneficio di forte impatto l’agevolazione è articolata, e soggetta al susseguirsi di diversi chiarimenti interpretativi.

Chi ne ha diritto

Il provvedimento chiarisce che hanno diritto alla detrazione coloro che, in presenza di un titolo idoneo e riconosciuto in fase di inizio dei lavori o di sostenimento delle spese, sono i proprietari dell’immobile o lo detengono. Rientrano nel novero di questa definizione:
• Proprietario;
• Nudo proprietario;
• Titolare di un diritto reale di godimento, come uso, usufrutto, superficie o abitazione;
• Detentore dell’immobile, in virtù di un contratto di locazione o di comodato regolarmente registrato. In questo caso, però, affinché gli interventi possano essere effettuati, è necessario il consenso da parte del proprietario così come quello dei familiari del possessore o del detentore dell’immobile

☞ Quali interventi

Danno diritto al Superbonus (cd. “Trainanti”):
• L’isolamento termico delle superfici che interessano l’involucro degli edifici;
• La sostituzione degli impianti di riscaldamento, raffrescamento e/o fornitura di acqua calda sanitaria.
Spetta inoltre per gli interventi previsti dall’art.14 Dl 63/2013 se eseguiti congiuntamente (cd. “Trainati”). Ad esempio:
• Installazione di pannelli solari;
• Acquisto e posa in opera di schermature solari
• L’installazione di colonnine elettriche per la ricarica dei veicoli elettrici;
• La sostituzione degli infissi.

☞  OLTRE ALLA DETRAZIONE SI PUÓ OPTARE PER LO SCONTO IN FATTURA O PER LA CESSIONE DEL CREDITO.
• Sconto in fattura: possibilità di ottenere uno sconto su quanto dovuto al fornitore in relazione agli interventi agevolati che sono stati realizzati
• Cessione del credito: possibilità di cedere il credito di imposta spettante, ad altri soggetti ossia a favore di fornitori di beni e servizi necessari alla realizzazione degli interventi, istituti di credito e intermediari finanziari.
In questo caso, oltre ai normali adempimenti necessari ad usufruire delle detrazioni fiscali è necessario:
• Visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta. Il visto di conformità è rilasciato, dai soggetti incaricati della trasmissione telematica delle dichiarazioni (dottori commercialisti, ragionieri, periti commerciali e consulenti del lavoro) e dai responsabili dell’assistenza fiscale dei CAF.
• L’asseverazione da parte di un tecnico abilitato, che consente di dimostrare che l’intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti e la corrispondente congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati.

Contattaci

    Inserisci il tuo nome

    Inserisci la tua email

    Inserisci il tuo recapito telefonico

    Inserisci un messaggio di testo

    Consenso al trattamento dei dati